?
Inserisci o aggiorna il tuo CV Cerca tra le Offerte di Lavoro I Plus del servizio per le aziende
Home PageTipi di ContrattoApprendistato per la qualifica e per il diploma professionale

Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale

DESTINATARI

Possono essere assunti con contratto di “apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale” (c.d. “apprendistato di 1° livello”) i giovani di età compresa tra i 15 e i 25 anni (non compiuti).

FINALITÀ

Il contratto è finalizzato al conseguimento di una qualifica professionale di operatore, o di un diploma professionale di tecnico, nell’ambito del  sistema di IeFP - Istruzione e Formazione Professionale (i percorsi IeFP sono realizzati da strutture formative accreditate dalle Regioni, ma sono riconosciuti a livello nazionale, in quanto compresi in un apposito Repertorio condiviso tra Stato e Regioni).

DURATA

La durata del contratto è funzionale al titolo di studio da conseguire, ma non può in ogni caso essere superiore a tre anni, se l’obiettivo è una qualifica professionale di operatore, oppure a quattro anni, se l’obiettivo è un diploma professionale di tecnico.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO 

L’apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale è disciplinato dall’art. 3 del Decreto Legislativo n. 167/2011. Tale norma prevede che la regolamentazione dei profili formativi del contratto sia rimessa alle singole Regioni (che devono comunque attenersi alle linee di indirizzo definite dalla Conferenza Stato/Regioni in data 15 marzo 2012). E’ inoltre prevista la possibilità, una volta conseguita la qualifica o il diploma, di trasformare l’apprendistato di 1° livello in un contratto di apprendistato professionalizzante (entro i limiti di durata di quest’ultimo, come stabiliti dalla contrattazione collettiva di riferimento dell’azienda) nonché di riconoscere all’apprendista una retribuzione ridotta, remunerando le ore di formazione in misura non inferiore al 35%.

Per approfondimenti sulle normative regionali, v. la sezione “Norme e contratti” del sito ministeriale www.cliclavoro.gov.it.